Casa Ozanam e OrtoAlto

Un giardino condiviso sul tetto della fonderia futurista

OrtiAlti realizza orti pensili di comunità. Per uno dei suoi progetti pilota ha scelto un ex stabile industriale dalla forma distintiva: una “macchina-nave” pensata dal futurista Nicolaj Diulgheroff per una stamperia di lamiere.

Il giardino collettivo riapre ai cittadini lo spazio, noto come Casa Ozanam dal nome della residenza per studenti-operai subentrata alla fabbrica. Un esempio di cura dei luoghi, su unʼarchitettura unica in città.